Servizio  /  09.07.2019

BERGAMO TG 19:30

Frodi, irregolarità nella gestione dei rapporti di lavoro, evasione fiscale, mancata presentazione dei bilanci. Tipologie di reato sempre più diffuse anche nel territorio della nostra provincia, con pesanti ricadute sulla collettività. Per combatterle in maniera efficace, è necessario che i soggetti chiamati a contrastarle agiscano insieme, in modo coordinato. Questo è l'obiettivo del protocollo siglato dalla Procura di Bergamo, la Guardia di Finanza, l'Agenzia delle Entrate e l'INPS. Tra le pesanti irregolarità che più frequentemente si riscontrano la mancata applicazione del contratto collettivo nazionale di lavoro, il conteggio in busta paga di un numero di ore inferiori a quelle da retribuire, ma anche retribuzioni qualificate come indennità di trasferta, al solo scopo di evadere i contributi. Un settore nel quale trovano terreno fertile organizzazioni criminali ben strutturate, che agiscono con profitto in particolare nella gestione di appalti illeciti e inquadramenti lavorativi non regolari. In seguito alla sottoscrizione del protocollo si prevede l'istituzione di un pool operativo chiamato a collaborare nell'analisi dei singoli episodi, e a condividere i risultati delle indagini.

Condividi: